Nonostante il make-up sia adatto a tutti, senza fare nessun tipo di distinzione di genere, già dai tempi antichi possiamo affermare che il trucco è cosa da donne. Vediamo un po’ il perché. I cosmetici per donna sono degli accessori o dei prodotti dei quali abbiamo tracce in tempi davvero antichi: le prime testimonianze arrivano a ben prima degli antichi egizi. Le donne dell’antica Grecia, ad esempio, utilizzavano il carbone come ombretto e polvere bianca a base di calce per schiarire la pelle, una sorta di primissimo correttore insomma.

Gli aborigeni australiani utilizzano dai tempi antichi e tutt’oggi dei pigmenti ricavati dalle polveri di alcuni minerali come cosmetici da donna durante le cerimonie che vedono le sacerdotesse come protagoniste. Definizione di bellezza quindi ma anche di ruolo all’interno della società o in occasione di particolari eventi. Truccarsi è quindi un bisogno che si è avvertito diverso tempo fa e, indagarne le cause è molto interessante.

Cosmetici per donna e l’importanza di sentirsi belle

Abbiamo scelto di utilizzare la parola “bisogno” poiché, nonostante non si tratti di un bisogno primario, sentirsi belli e socialmente adeguati anche nell’aspetto, è insito nella natura umana. E a prescindere dall’estetica naturale e dal grado di bellezza che l’individuo porta già con sé, i cosmetici per donna sono sempre stati un ottimo supporto alla soddisfazione di tale bisogno.

Cosmetici da donna: I Heart Revolution - I Heart Revolution
Cosmetici da donna: I Heart Revolution – I Heart Revolution Heartbreakers Highlighter – Unique

La percezione di sé in relazione con gli atri è un elemento estremamente importante anche per la definizione dell’autostima dell’individuo. Insomma, se truccarci ci fa sentire meglio, avanti coi cosmetici da donna.

I cosmetici da donna nei tempi moderni

Al giorno d’oggi i cosmetici da donna sono un mercato in continua espansione che registra un sempre maggiore crescita in tutte le parti del mondo. In particolar modo, dopo una prima egemonia europea nel settore cosmetico, la Korea del Sud sta investendo tantissimo in questo settore e sta diventando sempre più forte anche dal punto di vista delle produzioni a base naturale.

Il trend principale dell’ultimo decennio in tema di cosmetici da donna è per l’appunto questo: cosmetici bio, a base naturale, vegan friendly e sicuramente cruelity free, che troverai nel negozio online di PinkPanda.it. Non solo cosmetici da donna di qualità ma anche ecosostenibili, etici ed attenti alla responsabilità sociale delle aziende. Ma vediamo meglio questo punto.

Cosmesi sempre più pulita: i cosmetici da donna sono soprattutto green

Come già anticipato, c’è sempre più attenzione all’etica quando si producono cosmetici da donna. Il 2018 però è stato un anno molto importante da questo punto di vista poiché  finalmente, da una situazione di quasi equità tra prodotti di bellezza realizzati con parte di elementi naturali, si è passati a ricette completamente vegane.

Cosmetici da donna: NYX Professional Makeup
Cosmetici da donna: NYX Professional Makeup primer per il viso

Detta così non sembra una gran cosa ma in realtà si tratta di una vera rivoluzione nel mondo della cosmesi femminile: un mercato verde da 45,8 miliardi di dollari. Ad aver portato a questa spinta votata all’ambiente non ci sono solo le grandi rivolte a difesa della terra degli ultimi anni ma anche una maggiore informazione ed educazione alla bellezza sostenibile. A supportare questo movimento cosmetic green non ci sono solo i grandi beuty brand mondiali ma anche le piccole aziende che hanno fatto della ricerca e dello sviluppo di cosmetici da donna buoni e che fanno bene all’ambiente, il loro core business. Allo stesso tempo, le beuty blogger svolgono una fortissima attività di informazione non solo sui risultati ma anche sulla consapevolezza d’acquisto: fattore che è stato molto apprezzato dalle followers che si sono ben presto trasformate in pubblico consapevole.

I cosmetici da donna hanno dichiarato guerra alle sostanze cattive: niente più petrolati, siliconi, parabeni o solfati. Si evita la chimica quanto più possibile, soprattutto nel pubblico under 30 che pretende etica e trasparenza in ogni acquisto legato al settore beauty.

Fare un elenco dei migliori marchi sarebbe ridondante: il web è pieno di elenchi di questo tipo, relativi anche ai cosmetici da donna. Quello che vogliamo farvi presente noi, invece, è come l’etica abbia conquistato non solo il lato beauty ma anche quello sociale. Moltissimi brand, soprattutto in Europa hanno iniziato ad affiancare la loro responsabilità sociale non solo all’uso di prodotti fortemente regolamentati per la creazione dei loro cosmetici ma anche a cause mondiali legate ai diritti civili, l’equa produzione e distribuzione di materie prime. E poiché si parla di cosmetici da donna, moltissimi brand, più o meno noti, sono a supporto dell’emancipazione e dell’empowerment femminile.

Dalla stessa categoria: